News

La divinità Artemide, simbolo dell'ecologia ambientale e della caccia, ispira i valori dell'Artemide Global Service

30-08-2018
.

Il celebre Tito Maccio Plauto usava l’espressione latina "Nomina sunt Omina", per esprimere il concetto del valore augurale attribuito al nome, indicando con tale significato: "il destino nel nome" o "di nome e di fatto" o ancora "un nome.. un presagio". Di fatto, nell'Antica Roma, il nome assumeva un grande significato: non era solo un modo per distinguersi dagli altri ma anche il "luogo" in cui era inscritta tutta la vita di un uomo: passata, presente e futura.

Ed è con questo spirito che, nel 2002, Antonio Montanino, in una cervellotica scelta del nome da attribuire alla sua azienda, trascorre notti insonni per identificare quel giusto appellativo che gli permettesse di evocare immagini, sensazioni, emozioni, e pensieri. 

Un nome per la sua azienda che lo accompagnasse per la giovinezza, per la maturità e per la vecchiaia, persuaso dalla convinzione che il destino dell’azienda non fosse estraneo al significato di quel titolo e convinto che quel nome dovesse rappresentare le tendenze, le inclinazioni, le aspirazioni, i caratteri psico-fisiologici di colui che lo avesse prescelto. E così, affascinato dalla mitologia, viene colpito, abbagliato e stupefatto dal nome Artemide e dalla simbologia che questo nome racchiude.

 

Artemide: divinità greca dei nuovi inizi, dei parti difficili, come possono essere quelli di una attività aziendale che emerge,  dea greca forte e coraggiosa, dea della caccia, della luna, della salvaguardia ambientale e della natura. Colei che, grazie alle sue virtù, ci mette in contatto e da impulso alla nostra vitalità, al nostro istinto, alla nostra creatività, alle nostre passioni interiori, consigliando la direzione da intraprendere. E’ l’archetipo della natura femminile indipendente che si pone un obiettivo e lo raggiunge.

 

Ella rientra nella categoria delle Dee vergini che, a differenza di altre, non fu mai rapita o abusata e rappresenta un senso di integrità e  di completezza. La sua abilità di arciera fa di lei l'archetipo di un femminile che si pone un obiettivo e senza indugi lo raggiunge, dunque rappresenta la capacità di realizzare i propri progetti, una volta centrati. Per quanto competitiva, Artemide non vede nelle altre donne delle rivali, bensì delle sorelle. Infatti, corre per i luoghi selvaggi sempre accompagnata dalle sue ninfe, divinità minori dei boschi, delle montagne e dei ruscelli. Per altro si arrabbia tantissimo e si attiva per difendere le altre donne, quando queste sono in pericolo. Nei confronti degli uomini ha un atteggiamento cameratesco, ma senz'altro non cade preda di innamoramenti e fascinazioni. Il suo amore per la natura selvaggia, per i luoghi incontaminati e gli animali liberi fanno di lei anche un modello di donna ecologista. Un esempio è dato dalla statua dell’Artemide (Diana) di Efeso, che mostra la Dea circondata da diversi animali tra cui le api, per esprimere la ricchezza della natura. Anche le sacerdotesse caste di Artemide erano chiamate Melisse o Api. L'archetipo Artemide non coincide con un tipo di donna che si realizza nella maternità, bensì rappresenta un genere femminile che trova la sua soddisfazione nell'essere pienamente sè stessa, libera e autosufficiente, nel lottare per ciò in cui crede e nel contatto con la natura che rappresenta la parte più selvaggia di noi.

 

Quali virtù migliori potevano rappresentare e ispirare l’intero pensare e agire della sua azienda pensò, lecitamente, il giovane imprenditore?????

 

 

Inno ad ARTEMIDE

Callimaco

 ........Agli scambi

Concedi i tuoi auspici

Di cose e di devoti pensieri

E sul gioco perenne

Di preda e predatore

Veglia per sempre

 

Tu Che della caccia

Che ha sapore

Di morte e di vita

 Sei la sovrana....."

 

 

 

 

AGS srl
AGS su Facebook