News

I topi in inverno? Ospiti senza invito nella tua preziosa dimora

06-12-2018
,

Caro lettore pensavi che il pericolo topi fosse scongiurato in inverno?

Mi spiace deluderti ma se d'estate l'appuntamento "romantico" con questi invadenti compagni è magari per strada, generalmente accanto a tutto cio' che poeticamente ti ricorda sporcizia o pattume, in inverno da pretendenti si trasformano in indesiderati consorti in cerca della tua abitazione.

Eh si: l’inverno è il periodo dell’anno in cui è più facile che i topi entrino nelle case, spinti dalle basse temperature che li inducono a cercare luoghi caldi in cui ripararsi: piccole crepe e infissi diventano così i pertugi da loro preferiti perchè  sono come ninja, si infilano dappertutto e sono anche ottimi nuotatori.

E in un nano secondo sono capaci di sgattaiolare dentro il tuo harem, occuparlo sine titolo e con fissa dimora, condividendo i tuoi amati spazi senza essere invitati, senza pagare bollette e pulendo la tua dispensa più di quanto tu faccia nelle tue stancanti pulizie settimanali.

Quindi se pensi di aver intravisto, con la coda dell'occhio, un topo scorazzare libero sotto il tavolo mentre a prima mattina onori il tuo adorato caffè e sei ancora nella fase del dormiveglia non credere di soffrire di allucinazioni.

Oppure supponi che quell'incubo notturno di un fantasma che si aggira sul tuo letto con una voce sovraumana ti accompagni anche da sveglio e quello stridente squit squit così lontano dalla voce di Mickey Mouse sia in realtà più vicino ad un traumatizzante verso di terrore del peggior film di Dario Argento?

Anzitutto mantieni la calma.. lo sappiamo non è una visione celestiale, l'idea di trasformarti nel gatto Tom che insegue il topolino Jerry, in una vera ed estenuante Batriocomiomachia, quella citata da Omero e il nostro nazionale cantante Raf, fa sorridere e non poco, ma in realtà sii consapevole che perderesti a prescindere e non pensare neanche di avere le capacità magiche del pifferaio Hamelin (l'accalappiatore più famoso dei ratti) o di portarti in casa uno dei gatti della vicina: i gatti sono molto piu' interessati al sofa' che al topo.

Quindi sappi, anzitutto, che da parte dell'Artemide Global Service, esperta in questo tipo di visioni, vi è una completa comprensione: i topi possono sembrare creature carine solo nei film di Walt Disney; nella realtà non solo costituiscono un rischio significativo per la salute della tua famiglia, essendo portatori di malattie serie (peste, leptospirosi, salmonellosi, ecc.) ma possono anche causare enormi danni agli edifici, impianti elettrici e sistemi esterni. E’ quindi indispensabile affrontare subito il problema e agire in modo tale da prevenire un’eventuale infestazione prima che dal solo protagonista si passi all'intera famiglia dei topolini/assistenti di Cenerentola. 

"Tranquillo siamo qui per prendere a cura il tuo problema".

Noi dell'Artemide Global Service proponiamo ai nostri clienti un servizio completo di lotta ai topi e ratti, attraverso l’uso di tecniche e prodotti all’avanguardia, in grado di dare risultati efficaci e senza rischi per l’ambiente e le persone.

Il nostro piano di lotta è così articolato:

  •     Sopralluogo: i nostri tecnici effettuano un accurato e gratuito sopralluogo, dell’area interna ed esterna, al fine di identificare i segni di presenza e le specie infestanti mediante la ricerca delle tracce (escrementi, rosicchiamenti, impronte, etc.) e dei punti di annidamento per prevedere gli spostamenti e la distribuzione dell’infestazione.
  •   Creazione di layout per studiare i movimenti degli infestanti e individuare i punti dove intervenire. Sulla base dei risultati ottenuti, in questa fase, viene elaborato il piano di lotta il cui obiettivo è la bonifica dell’ambiente con il più basso impatto ambientale.
  • Piano di lotta che include:
  1.  Creazione e implementazione dei punti di esca controllate periodicamente per verificare l'andamento positivo e/o negativo della procedura adottata;
  2. Esternamente alle strutture da trattare: derattizzazione con erogatori d’esca rodenticida mediante principio attivo anticoagulante di 2° generazione;
  3. Internamente alle aree oggetto di intervento: derattizzazione con trappole per la cattura dei roditori.
  4.  Monitoraggio delle postazioni di controllo

E al termine di questa vicenda l'unico suggerimento che, scherzosamente, possiamo darti, nel pieno rispetto del topo, è osservare un minuto di silenzio in ricordo del defunto topolino e dormire sogni tranquilli: la paura è finita!

 

 

AGS srl
AGS su Facebook